Il sexting può renderti famoso. Anche quando tu non lo vuoi affatto.

Con la sua attuale campagna di sensibilizzazione Pro Juventute informa i giovani e il loro entourage sui cyberrischi e segnala che possono trovare sostegno presso il numero d’emergenza 147. Con lo slogan ,Il sexting può renderti famoso. Anche quando tu non lo vuoi affatto. L’organizzazione fa presente che la diffusione digitale di foto intime di giovani può avere conseguenze gravi. Per le vittime e per i colpevoli.

Che cos’è il sexting?

Il termine sexting è la fusione delle parole inglesi ‚sex‘ e ‚texting‘ e significa scambiarsi autoscatti o foto intime di altri via Internet o tramite il telefonino.

Le foto vengono poi pubblicate sui social media e rese accessibili a determinate persone o gruppi di persone. Spesso i giovani vengono influenzati o messi sotto pressione dalla dinamica di gruppo. Il sexting però non va scambiato con l’invio di materiale pornografico anonimo e già “prefabbricato”.

Come proteggersi?

Per i giovani, i genitori e i docenti è importante conoscere i rischi legati alla diffusione di foto intime e sapere dove poter trovare sostegno. Nelle schede informative i giovani, i genitori e i docenti trovano informazioni importanti su come possono proteggersi dalle cybermolestie. Inoltre un’app offre suggerimenti e accorgimenti utili.


Esperienze concrete

Ecco alcuni esempi di richieste d’aiuto che giungono al numero d’emergenza 147 sotto forma di SMS. Per proteggere gli utenti i testi sono stati anonimizzati.

Ladina, 14 anni, di Aarau: Ciao, ho un problema. Il mio ragazzo vuole delle foto dove sono nuda! Io mi vergogno, però ho paura che se non gli mando le foto lui mi lascerà!

Consulenza + aiuto 147: Ciao. Hai fatto bene a scriverci. Mandare ad altri delle foto esplicite è un grande rischio. Molti si pentono quando improvvisamente le foto finiscono su altri telefonini o su Internet. Non devi fare nulla che ti faccia sentire a disagio. Se lui ti ama davvero accetterà il tuo no. Se dovesse continuare a farti pressione, allora forse dovresti riflettere sul valore del vostro rapporto e se vale davvero la pena stare con lui. Il tuo 147

Kai, 13 anni, di Berna: Ieri con Snapchat ho mandato una foto del mio pene a una ragazza e adesso l’ha mostrata a tutti e io non voglio che altri la vedono o che lo vengono a sapere. Sono disperato e vorrei farla finita (niente paura non lo farò), cosa posso fare?

Consulenza + aiuto 147: Ciao, fai bene a scriverci. Una ragazza mostra in giro la tua foto. È comprensibile che la cosa ti turba. Siamo sollevati che per te il suicidio non è una via d’uscita. Quello che ha fatto non è giusto, anzi è illegale e tu potresti addirittura denunciarla. Forse sarà sufficiente se tu le dici che se non la smette, tu sporgerai denuncia contro di lei. Hai qualcuno con cui puoi parlare del problema? Se vuoi puoi chiamarci (24 ore su 24), insieme troveremo una soluzione. Il tuo 147

Tina, 15 anni, di Coira: Un tizio ha delle foto private di me e minaccia di pubblicarle. Che posso fare?

Consulenza + aiuto 147: Ciao. Fai bene a informarti e a non lasciarti intimidire. Mostrare le tue foto a qualcuno o pubblicarle senza il tuo consenso è illegale. Ti consigliamo di informarlo e di dirli di non minacciarti più. Se si tratta di una conoscenza fatta in rete allora puoi segnalarlo anche al sito che avete usato (p.es. Facebook). Cari saluti, il tuo 147

Condividi questo contenuto
share
La mia donazione di fr. %s.- rende Pro dei media

La mia donazione di fr. 67.- rende Pro dei media

Con 67 franchi potete finanziare un workshop Pro dei media per un/a alluno/a.

Pro Juventute
Ufficio Svizzera Italiana
Piazza Grande 3
6512 Giubiasco
Tel: 091 971 33 01
Mobile: 079 600 16 00