Nuovo test sulle competenze mediatiche per allievi

Durante le prossime settimane e nei prossimi anni diverse alte scuole pedagogiche e editori di materiali didattici saranno impegnati nell'elaborazione di nuovi sussidi didattici volti a soddisfare le direttive del piano di studio 21, in particolare per l’ambito che riguarda le competenze mediatiche. Quello che però attualmente manca è un test in grado di valutare il livello di competenza mediatica degli allievi di 9 a 14 anni. Qui subentra il test sulle competenze mediatiche che Pro Juventute sta per l'appunto sviluppando.

Fondato sui presupposti e sulle esigenze del piano di studio 21, il test sulle competenze mediatiche di Pro Juventute permetterà di definire attraverso solide basi scientifiche e statistiche il livello di conoscenza degli allievi.

Pur non trattandosi di un sussidio didattico, il test sulle competenze mediatiche fornirà ai ragazzi anche informazioni e adeguate spiegazioni.

medienkompetenz-test

In base ai risultati del test gli insegnanti riceveranno dei link relativi alle unità d’insegnamento e per i sussidi disponibili e adatti al livello della classe.

Il test fungerà pure da stimolo per gli allievi e aiuterà gli addetti all'insegnamento nella pianificazione delle lezioni e per verificarne l'efficacia. Con quest’offerta Pro Juventute colma una lacuna nell’ambito delle competenze mediatiche. Inoltre il test faciliterà agli insegnanti il compito di orientarsi nell'offerta dei sussidi didattici esistenti e nuovi.

Nella fase di sviluppo del test ci si orienta ad alti standard scientifici; in questo modo esso potrà godere della massima legittimazione anche per un suo impiego scolastico.

Il test sarà disponibile sia su computer sia su apparecchi per la comunicazione mobile. Perciò il test sulle competenze mediatiche sarà programmato sotto forma di applicazione per il web. Questo significa che il test potrà essere svolto su di un sito web usando usuali apparecchi per la comunicazione mobile. Unica condizione sarà data  dall'accesso a Internet.

Il test sulle competenze mediatiche sarà con ogni probabilità accessibile gratuitamente a partire dall'inizio del 2017.
 

Iscriversi alla newsletter del test sulle competenze mediatiche

Maggiori dettagli sul test sulle competenze mediatiche

  

Volete restare aggiornati sugli sviluppi e le novità che riguardano il test sulle competenze mediatiche?

Allora iscrivetevi per ricevere ogni mese la nostra newsletter.

 

Abbonarsi alla newsletter dedicata al test sulle competenze mediatiche

  

Dettagli sul test sulle competenze mediatiche

1. Contenuti del test

La parte più impegnativa del progetto «test sulle competenze mediatiche» è la compilazione delle domande. Infatti le domande devono essere riunite e testate su diversi gruppi. Questo richiede molto tempo.
Così i primi lavori per la compilazione delle domande hanno già avuto luogo agli inizi di novembre 2015. Un gruppo di esperti è stato incaricato di sviluppare una matrice tematica con lo scopo di elaborare i temi, basandosi sulle competenze formulate nel piano di studio 21. Dopo l’approvazione da parte della commissione di Pro Juventute per le competenze mediatiche, la scelta dei temi servirà da base per sviluppare le domande del test.
All’inizio troviamo cinque temi. A ogni tema sarà assegnato un insieme di domande.  Via via possono aggiungersi altri temi, per essere provati e inseriti nel test. In questo modo i contenuti del test verranno ampliati.

Sono stati definiti i seguenti temi:

  • Digitalizzazione / computerizzazione
  • Libertà d’informazione / credibilità
  • Sesso e violenza / tutela dei giovani
  • Nuovi modelli aziendali / commercio
  • Personalizzazione / protezione dati

Questi 5 temi saranno strutturati in base al seguente schema:

  • Nozioni base
  • Fruizione ricettiva dei media
  • Fruizione produttiva dei media
  • Fruizione comunicativa dei media

2. Gruppo target

Il test sulle competenze mediatiche si rivolge principalmente ai bambini e ai giovani (scolari e studenti) dei seguenti gruppi d'età:

  • 9/10 anni
  • 11/12 anni
  • 13/14 anni

Gli allievi svolgeranno il test in classe. In primo luogo il test si rivolge ai docenti e alle loro classi, ma potrà essere svolto anche in ambiti educativi diversi.
 
Attualmente si sta esaminando la possibilità di svolgere il test anche in ambito familiare: bambini assistiti dai genitori o da altre figure di riferimento.

3. Svolgimento del test

L'nsegnante potrà scegliere se vorrà eseguire il test seguendo un tema preciso oppure se testare tutti i temi. La durata del test non dovrebbe superare i 20 minuti. Il risultato riflette il livello di conoscenza degli allievi sulle diverse tematiche. L’insegnante ha la possibilità di stampare un diploma per gli allievi. Grazie ai consigli sul materiale didattico supplementare gli insegnanti possono colmare le lacune della classe. I vari test possono essere salvati per poi essere confrontati. Il test può essere impiegato come strumento preparatorio o pianificatorio. Inoltre è uno strumento utile per valutare l'efficacia dell'insegnamento o di workshop sulla prevenzione.

4. Grafica / animazione

Il test sarà integrato in una grafica sobria, accompagnata da alcune animazioni. Una grafica sgargiante e alla moda comporta costi elevati e anche in quest’ambito i gusti sono effimeri. Ecco perché abbiamo deciso di optare per una rappresentazione semplice con poche animazioni di buona qualità.

5. Qualità

Da un lato il test è uno strumento interattivo volto anche al divertimento, dall’altra parte deve soddisfare requisiti scientifici, capaci di misurare il livello di competenza mediatica in modo affidabile. Per poter misurare il livello di competenza attraverso un minimo di domande, il test sarà sviluppato come test computerizzato di tipo adattivo. Ciò significa che durante lo svolgimento del test il partecipante non dovrà rispondere a tutte le domande, ma solamente a quelle corrispondenti al suo livello. Con questo metodo sarà possibile raccogliere in poco tempo (la durata del test non dovrebbe superare i 20 minuti) informazioni sufficienti per valutare il livello di competenza del partecipante.

6. Fase di lancio

Durante la fase iniziale il test sulle competenze mediatiche sarà parte integrante dei programmi Pro dei media di Pro Juventute. Parallelamente lo strumento verrà testato in vari contesti scolastici. Il test sarà messo a disposizione di tutte le scuole quando i risultati delle esperienze raccolte saranno stati analizzati.

7. Ente responsabile / mansioni

Responsabile del progetto / gestione / esercizio: Pro Juventute

Pro Juventute è responsabile per l’idea, la pianificazione e la realizzazione del progetto.

Sviluppo del test: PHSZ, in collaborazione con Pro Juventute

L’alta scuola pedagogica di Svitto PHSZ è stata incaricata con lo sviluppo del test e la realizzazione dell’ambiente di prova.

Assistenza del Consiglio

Lo sviluppo del test sulle competenze mediatiche sarà assistito dal Consiglio Competenza mediatica di Pro Juventute.

Partecipi al progetto

  • Idea, concetto e capo progetto: Pro Juventute (Laurent Sédano)
  • Sviluppo del test e delle domande: PH Schwyz (Dominik Petko)
  • Realizzazione tecnica: PH Schwyz (Michael Hielscher)
  • Grafica e impostazione: ALA.ch

8. Applicazione a scopo scientifico

L'alta scuola pedagogica di Svitto intende usare la versione finale del test sulle competenze mediatiche anche per ricerche scientifiche e per pubblicarne i risultati. A tale scopo Pro Juventute ha concesso il diritto d’utilizzo alla PHSZ.

9. Trattamento dati personali

Ci impegniamo a raccogliere meno dati personali possibili. Tutti i dati vengono salvati sul Server di Pro Juventute e vengono utilizzati solamente per sviluppare i nostri programmi.

Condividi questo contenuto
share
finanzkompetenz.jpg

Promuovere le competenze finanziarie di bambini e giovani

Bambini e giovani imparano a gestire in modo responsabile denaro e consumi e acquisiscono competenze finanziarie fondamentali.

spende.jpg

La mia donazione rende Pro dei media!

Potete finanziare possibile un workshop Pro dei media per un/a alluno/a.

Pro Juventute
Ufficio Svizzera Italiana
Piazza Grande 3
6512 Giubiasco
Tel: 091 971 33 01
Mobile: 079 600 16 00