«Meno pressione. Più infanzia.»

Ormai lo stress e l’ansia da rendimento non colpiscono più soltanto gli adulti. Anche i bambini e i giovani soffrono a causa dello stress, spesso con gravi conseguenze per la loro salute. Con la campagna nazionale «Meno pressione. Più infanzia.», Pro Juventute segnala il crescente problema e richiama i genitori, gli educatori e gli insegnanti ad agire e a trovare delle alternative per i ragazzi.

In Svizzera, il 27 percento degli undicenni accusa problemi del sonno. Il 15 percento si sente spesso avvilito. Il 12 percento soffre regolarmente di mal di testa. I risultati di uno studio dell’OMS sulla salute degli scolari sono preoccupanti. I tipici sintomi dovuti allo stress gravano sempre di più sulle spalle dei nostri bambini. Anche per i giovani dai 15 ai 21 anni la situazione non è migliore. La metà dei ragazzi e delle ragazze si sente spesso o molto spesso stressata o non all’altezza, come dimostrano le cifre dello studio di Juvenir del 2015. Se la pressione perdura, possono insorgere sintomi cronici come mal di testa e mal di pancia oppure svogliatezza e disturbi del sonno, causando stati depressivi o addirittura pensieri suicidi. 

Lasciamo più infanzia ai bambini

Con la sua campagna attuale «Meno pressione. Più infanzia.» Pro Juventute si rivolge sia ai genitori e ai tutori di bambini e giovani, sia alle scuole e alle imprese formatrici e all’entourage dei ragazzi. La campagna vuole sensibilizzare le persone coinvolte al problema con l’obiettivo di ridurre lo stress che grava sulle giovani generazioni. «I bambini hanno un’innata motivazione all‘apprendimento», spiega Katja Wiesendanger. «Questa capacità va preservata. Poiché permette ai bambini di acquisire autonomamente e in modo ludico competenze fondamentali, come la capacità di relazionarsi con altri bambini e la gestione dei conflitti. » Se i bambini e i giovani non hanno abbastanza tempo per svolgere quelle attività che vorrebbero fare, perdono la motivazione, diventano insoddisfatti e stressati.
 
Per questi motivi Pro Juventute vuole e chiede dei cambiamenti, volti a restituire ai bambini e ai giovani l’autonomia temporale necessaria. Più info su: stress.projuventute.ch

Condividi questo contenuto
share
Pro Juventute
Ufficio Svizzera Italiana
Piazza Grande 3
6512 Giubiasco
Tel: 091 971 33 01
Mobile: 079 600 16 00