Prevenzione del suicidio giovanile

Un giovane su due afferma di avere già pensato almeno una volta di togliersi la vita. Le FFS e Prevenzione e promozione della salute del Canton Zurigo, insieme a Pro Juventute e ad altri partner, promuovono quindi una campagna congiunta di prevenzione al suicidio. Questa mostra in che modo i ragazzi possono aiutare un amico afflitto da pensieri suicidi. Cinque giovani raccontano in brevi video le loro esperienze, incoraggiano ad affrontare questo argomento tabù e a chiedere aiuto.
Immagine
Adolescente. Campagna Prevenzione del Suicidio Giovanile

«Una sera, un mio compagno di classe mi ha telefonato. Mi ha raccontato che non ce la faceva più ad andare avanti e che voleva togliersi la vita.» Così inizia il racconto di Ilyas, 18 anni, uno dei cinque ragazzi impegnati nella campagna di prevenzione del suicidio. Affrontare, ascoltare e chiedere aiuto: queste sono le cose più importanti da fare quando qualcuno ha pensieri suicidi. È altresì il messaggio che i cinque giovani vogliono mandare ai propri coetanei, in quanto hanno tutti già avuto l’esperienza di un amico afflitto da una grave crisi con pensieri suicidi. E sono riusciti ad aiutarlo. I coetanei, infatti, sono spesso i primi a comprendere quando un giovane o un adolescente è tormentato da pensieri suicidi. Gli esperti sono concordi: gli amici possono costituire un importante sostegno, affrontando i problemi, ascoltando, essendo presenti e chiedendo aiuto.

Maggiori info sulla campagna