Corona

Nuovi provvedimenti per contenere il coronavirus - lettera aperta al Consiglio federale

La restrizione di incontri privati a cinque persone, contando i bambini, hanno implicazioni di vasta portata, soprattutto per le famiglie numerose e per quelle con bambini piccoli. In una lettera aperta invitiamo il Consiglio federale a considerare delle eccezioni, soprattutto per quanto riguarda i bambini piccoli.
Immagine
Nuovi provvedimenti per contenere il coronavirus - lettera aperta al Consiglio federale a nome dei bambini e delle famiglie

L’attuale situazione epidemiologica e la prospettiva di una rapidissima diffusione di nuove varianti del virus, altamente contagiose, hanno indotto il Consiglio federale ad inasprire notevolmente le misure di contenimento della pandemia. Riteniamo che questo passo sia corretto e lungimirante e, in linea di principio, lo accogliamo favorevolmente. 

Tuttavia, la nuova restrizione di incontri privati a cinque persone, contando i bambini, hanno implicazioni di vasta portata, soprattutto per le famiglie numerose e per quelle con bambini piccoli:

  • Molte famiglie condividono la custodia dei bambini con una o altre famiglie. Tali modelli di custodia raggiungeranno rapidamente i loro limiti con la nuova restrizione. In molti casi, non saranno più possibili.  
  • Ma i bambini hanno bisogno di contatti sociali. E i bambini piccoli, per i loro contatti sociali, dipendono dalla compagnia di almeno un adulto. Per le famiglie con due o più figli (la maggior parte delle famiglie in Svizzera), la nuova regola di cinque persone nel privato, significa che molti dei contatti sociali dei loro figli piccoli a partire da lunedì saranno cancellati.
  • Molte famiglie che si sono organizzate privatamente con altre famiglie avranno, a partire da lunedì, un problema in più: la custodia dei bambini supplementare alla famiglia non è più disponibile e i contatti sociali abituali dei bambini sono fortemente limitati. 

Per questi motivi chiediamo, in una lettera aperta al Consiglio federale, di esaminare, nell’interesse delle famiglie coinvolte e dei loro figli, un modo per differenziare la regolamentazione relativa alle restrizioni dei contatti privati, in modo da rendere possibili delle eccezioni, in particolare per quanto riguarda i bambini più piccoli.
 

Donare