Mio figlio per strada è imprevedibile

«Mio figlio ha quasi due anni ed è un bambino senza particolari problemi. Ma a volte reagisce in modo del tutto inaspettato. Soprattutto nel traffico, la sua imprevedibilità mi spaventa davvero. Come posso insegnargli a non correre per strada?»  

M.B., 38, Zurigo

La risposta della Consulenza per genitori di Pro Juventute

La vostra preoccupazione è comprensibile. Il comportamento dei bambini piccoli è imprevedibile. Per i bambini di due anni, la voglia di scoprire cose nuove è molto grande. Inoltre, scappare ed essere ripresi, a casa o al parco, è un gioco che piace molto ai bambini piccoli e che fanno spesso. Non sono ancora in grado di capire che questo gioco sulla strada è molto pericoloso. Trovarsi a piedi per strada con il vostro bambino o bambina, richiede perciò la vostra piena attenzione.

Non potete contare sul buon senso di vostro figlio né spiegargli sempre le regole di comportamento quando si ci trova nel traffico stradale.       

Prendete il vostro bambino per mano quando camminate per strada. 

Siate pazienti e spiegategli sempre  che le auto non possono frenare così velocemente. Prendete il vostro bambino per mano quando camminate lungo una strada o attraversate un passaggio pedonale. Chiedete che vi stringa la mano ogni volta. È bene che  sul marciapiede vostro figlio cammini sul «lato del bambino»: così potete chiamare il lato  interno del marciapiede, meno esposto al traffico.   

Inoltre,  siate consapevoli di quanto sia importante il vostro esempio. Si dimentica facilmente che i bambini osservano da vicino e imitano il nostro comportamento.  Quindi attraversate sempre la strada solo quando il semaforo diventa verde, anche se andate di fretta. Fate notare al vostro bambino quando altri pedoni si comportano male. Vi auguriamo di muovervi per strada presto in modo più sicuro e senza stress con il vostro bambino. 

Avete anche voi domande?

Gli esperti rispondono in modo rapido, semplice e gratuito a tutte le domande sull’educazione, lo sviluppo, l’assistenza e l’organizzazione della famiglia. Con la Consulenza per genitori, Pro Juventute sostiene genitori e persone di riferimento in caso di piccole e grandi preoccupazioni. Perché ogni bambino è unico e ogni famiglia è diversa.

Donare