Famiglia & società

Più atmosfera natalizia anziché trambusto natalizio

Il Natale risveglia ricordi, suscita aspettative ed è pieno di emozioni. Tuttavia, la pandemia da coronavirus ci impone di trascorrere il Natale in modo diverso. Riflessioni su come affrontare le tradizioni, la frenesia e la nostalgia del passato.
Immagine
Trambusto anziché atmosfera natalizia? I nostri consigli.

Negli anni scorsi, nel periodo prenatalizio, molte persone cercavano di contrastare la frenesia. Oggi, invece, siamo costretti a limitarci negli spostamenti ed è possibile che sentiamo addirittura la mancanza della frenesia prenatalizia. Tuttavia, i bambini hanno desideri che sperano si realizzino a Natale. Di conseguenza, quest’anno, forse si presterà più attenzione a regalare oggetti adatti alla situazione. Poiché il virus ci impone di trascorrere più tempo a casa, giocattoli, utensili per i lavoretti manuali, materiale da leggere e giochi di società hanno acquistato un nuovo valore. Trascorrere del tempo insieme è più importante che mai.

Porre domande fondamentali

Cosa caratterizza il Natale? Contano di più le usanze e le tradizioni che si coltivano in questo periodo oppure i doni? I negozi speravano sulle vendite natalizie e ora si preoccupano per la loro sopravvivenza. Un invitante paradiso dei giochi risveglia i bisogni nei bambini e ha lo scopo di incoraggiare genitori, nonni, padrini e madrine a fare regali. Ma, vista la situazione tesa, volete davvero essere tentati dagli acquisti? Forse sarebbe meglio sfruttare questa occasione per trascorrere il Natale in modo diverso.

Accompagnare i ricordi

Nel periodo prenatalizio gli adulti diventano spesso sentimentali. Rammentano i profumi dei biscotti che riempivano la casa durante l’infanzia e l’adolescenza. Anche il salotto decorato, quando si era piccoli, l’attesa scalpitante e l’eccitazione quasi insostenibile della festa di Natale, sono improvvisamente presenti. Forse vi chiederete anche se il Natale abbia perso il suo splendore a causa del ritmo frenetico della vita quotidiana e del trambusto del consumismo. Vale la pena coltivare consapevolmente in famiglia le tradizioni che si ritengono importanti. Ai bambini in questo modo si insegna che non sono solo i regali che contano, ma che anche gli stati d’animo festosi, le luci di Natale e la musica natalizia esercitano un fascino particolare.

Mantenere vivi i rituali di Natale

I bambini sono ricettivi ai rituali natalizi che si ripetono ogni anno: attendere con impazienza fino a quando si sente lo scampanellio e la porta del soggiorno natalizio finalmente si apre. Cantare e fare musica insieme, ascoltare sempre la stessa storia raccontata con tanto entusiasmo da papà la sera della Vigilia di Natale, attendere con gioia il menù natalizio che non può affatto mancare. Tali ricordi rimangono impressi e spesso vengono trasmessi ai propri figli. Allora perché non dedicare più tempo ai rituali e avere il coraggio di vivere il Natale nella maniera che meglio si addice alla propria famiglia?

Cosa possono fare i genitori – quattro suggerimenti

  • Il Natale è un’occasione per la famiglia per riflettere sui valori che vuole trasmettere e sulle tradizioni che vuole coltivare.
  • Far percepire ai bambini che non sono solo i regali che contano, ma che anche gli stati d’animo festosi, le luci di Natale e la musica natalizia esercitano un fascino particolare.
  • I bambini sono ricettivi ai rituali natalizi che si ripetono anno dopo anno. Cantare e fare musica insieme, ascoltare sempre la stessa storia, attendere con gioia il menù di Natale sono ricordi che restano.
  • Vale la pena dedicare più tempo ai rituali e a vivere il Natale nella maniera più adatta per la vostra famiglia.