Scuola & istruzione

Molestie sessuali durante la formazione – cosa fare?

Cosa potete fare se vostra figlia o vostro figlio subisce molestie sessuali sul posto di lavoro? Come potete dare sostegno a vostra figlia o a vostro figlio? Qui troverete una breve panoramica di cosa si intende per molestie sessuali, di come riconoscere se vostra figlia o vostro figlio ne è vittima e di come potete affrontare insieme la situazione.
Immagine
I giovani subiscono molestie sessuali sul posto di lavoro – come comportarsi?

Le molestie sessuali sono comportamenti con riferimenti sessuali o sull’identità di genere che risultano essere indesiderati da coloro che ne sono vittima e che violano la dignità della persona. Tali molestie si manifestano, ad esempio, facendo battute sul genere o sull’orientamento sessuale. Possono essere dei commenti maliziosi o delle carezze fugaci che non sono apprezzate da vostra figlia/vostro figlio. Anche la riproduzione non richiesta di immagini pornografiche e le carezze indesiderate di parti intime secondarie rientrano nelle molestie sessuali.

Tutti possono essere vittime di molestie sessuali, indipendentemente dal sesso a cui appartiene vostro figlio. Non importa quale sia l’intenzione della persona che mette in atto comportamenti molesti nei confronti di qualcuno. Il comportamento è considerato una molestia sessuale se è percepito e sentito come tale. Giustificazioni della persona molesta come «era solo per scherzare», «non l’ho fatto certo apposta» o «sono fatto così» sono del tutto irrilevanti. Se un comportamento è fastidioso, allora tale comportamento non va bene e vostra figlia/vostro figlio ha il diritto di fermarlo!

Come riconoscere se vostra figlia/vostro figlio ne è vittima?

È possibile che vostra figlia/vostro figlio riesca a confidarsi direttamente con voi e a parlarvi apertamente di episodi spiacevoli. Con affermazioni come «la mia superiore ha bisogno di avermi così vicino» o «il mio formatore professionale dice stupidaggini» vostra figlia/vostro figlio accenna a tali esperienze anche solo indirettamente, senza poi approfondirle. Prestate attenzione in ogni caso e prendete sul serio le affermazioni che riguardano le molestie. In generale, create situazioni di condivisione nella vita di tutti i giorni in cui confrontarvi e in cui vi è spazio per discutere di preoccupazioni e di incertezze quotidiane sul lavoro. Se possibile, fate domande in modo da comprendere meglio la situazione.

Probabilmente vostra figlia/vostro figlio non può parlarne, si vergogna o lei/lui stessa/o non sa esattamente come classificare un comportamento. I sintomi osservabili derivanti da molestie sessuali includono conseguenze sia psicologiche sia fisiche: alcune persone diventano demotivate, si sentono disperate, sono diffidenti o si chiudono socialmente ed emotivamente. Possono verificarsi disturbi del sonno, depressione o ansia. Altri segni possono essere difficoltà respiratorie, vertigini o mal di testa, o forse vostra figlia/vostro figlio si ammala più spesso.

Se il comportamento o lo stato di salute di vostra figlia/vostro figlio cambia per motivi a voi oscuri, parlategli con cautela e cercate di scoprire quale potrebbe essere la causa. Se non siete sicuri su come procedere nel modo migliore, fatevi consigliare dalla Consulenza per genitori di Pro Juventute (tel. 058 261 61 61).

Centri di consulenza e servizi specializzati

Come potete affrontare voi e vostra figlia/vostro figlio le molestie sessuali?

Nel momento in cui si viene a conoscenza di episodi di molestie sessuali sul posto di lavoro, anche se dispiace quando la propria figlia o il proprio figlio subisce un torto, è bene non agire in modo avventato. Da un lato, è importante che non decidiate nulla al posto di vostra figlia o vostro figlio e che non procediate da soli. Ciò potrebbe causare ulteriori conseguenze indesiderate per vostra figlia o vostro figlio. In questo momento vostra figlia/vostro figlio è sulla via dell’indipendenza. Lasciate quindi che si assuma le sue responsabilità e allo stesso tempo statele/stategli vicino: accompagnatela/o a passi concreti e continuate a fare domande sull’evoluzione della situazione. In questa fase di distacco è ancora importante per vostra figlia o vostro figlio avere il sostegno dei genitori. D’altra parte, c’è anche la possibilità che qualcuno venga ingiustamente accusato perché questa persona non piace o perché è appena successo qualcosa di fastidioso con questa persona al lavoro. Agire troppo in fretta causa poi ripercussioni enormi alla persona accusata ingiustamente.

In ogni caso, coinvolgete vostra figlia/vostro figlio nelle vostre considerazioni e agite solo se lo desidera. Discutete dei possibili passi da compiere e delle loro conseguenze o fatevi consigliare entrambi.

Procedura in caso di molestie sessuali

  • Prendete sul serio vostra figlia/vostro figlio quando lamenta molestie sessuali durante l’apprendistato.
  • Si dovrebbe subito mettere in chiaro la violazione dello spazio personale con la persona in questione. Forse vostra figlia/vostro figlio ha il coraggio di dire direttamente alla persona che non tollera il suo comportamento e che dovrebbe smettere.
  • Non cambia nulla? La persona continua? Consigliate quindi a vostra figlia/vostro figlia di evitare contatti con la persona se la situazione lavorativa lo consente. Da quel momento in poi, tutte le conversazioni e gli episodi dovrebbero essere salvati e documentati.
  • Probabilmente esiste un ufficio di conciliazione o un centro di consulenza sul posto di lavoro dove voi o vostra figlia/vostro figlio potete farvi consigliare.
  • Se non è possibile un intervento interno, fatevi consigliare da un altro centro. In ogni cantone esistono diversi consultori per le vittime, servizi specializzati o piattaforme informative (qui sotto trovate il link agli indirizzi) e anche Pro Juventute offre consulenza per bambini e giovani o per genitori. Questi centri possono aiutarvi o indirizzarvi ai centri giusti.
  • Eventualmente, segnalate l’episodio o gli episodi ai vostri superiori. Non appena vengono a conoscenza di tali molestie sessuali, hanno l’obbligo di agire (che voi lo vogliate o meno).
  • È anche possibile denunciare la persona, poiché in caso di molestie sessuali esistono basi legali che rendono punibile tale comportamento sul posto di lavoro.
  • In entrambi i casi, sia che si tratti di segnalazione ai superiori o di denuncia, fatevi prima consigliare e fatevi prospettare le possibili conseguenze dei diversi approcci!