Media & Internet

Cosa trovano affascinate i giovani nei social media?

Un post qui, un hashtag là, innumerevoli foto, video, storie e reazioni sotto forma di commenti, cuori o pollici. I social media sono diventati parte integrante della vita dei giovani. Una spiegazione del perché le piattaforme di social media attraggono i giovani in fase di sviluppo.
Immagine
Ragazza che gioca al cellulare.

L’adolescenza è un periodo di crescita intenso. La strada verso l’età adulta è lastricata delle stesse cose che c’erano già quando non conoscevamo gli smartphone. Poiché, con tutte le loro funzioni, Facebook, Snapchat, Instagram e via dicendo offrono una piattaforma ideale per coprire i bisogni umani, è anche attraverso di loro che i giovani affrontano i loro compiti di sviluppo. Vogliono condividere, avere conferme e sentirsi integrati. I giovani cercano di trovare la loro strada e orientarsi nel mondo in cui vivono. Affinché questo avvenga, devono affrontare determinati compiti di sviluppo: 

  • Stabilire e mantenere contatti
  • Sviluppare la propria identità
  • Trovare un posto nella società
  • Distinguersi attraverso l’individualità e la creatività

Scambiare idee

I giovani vogliono fare rete ed essere in contatto con i loro coetanei. Insieme, organizzano il loro tempo libero e scambiano idee. Così facendo rafforzano le loro relazioni e mantengono anche i contatti online. Scoprite di più nel nostro articolo Creare vicinanza tramite i contatti digitali. Oltre a fungere da piattaforme di comunicazione, i social media o i servizi di messaggistica come WhatsApp mettono anche in collegamento interessi comuni. Le stesse preferenze per serie, film, stili musicali o videogiochi sono una fonte di conversazione, così come le nuove «sfide» o tendenze su TikTok o altre piattaforme.

Trovare sé stessi

Nell’adolescenza si consolida la propria identità. Questo include, per esempio, accettare il proprio corpo e confrontarsi con il proprio genere. A poco a poco, i giovani conoscono meglio i loro interessi personali, i loro punti di forza e le loro debolezze. Nel farlo, prendono spunto dai loro coetanei, ma anche dagli adulti. Man mano che provano determinate cose, imparano rapidamente quali feedback o reazioni ottengono, e per che cosa. Le visualizzazioni, i commenti e i «mi piace» sulle piattaforme dei social media forniscono un rapido feedback sull’aspetto o sull’apparire. Le reazioni ai propri contributi riflettono una presunta approvazione dall’esterno. Ricevere conferme e incoraggiamenti è significativo per i giovani. Questo può rendere più facile per loro accettare il proprio corpo, le proprie capacità e sé stessi. 

I social media con tutte le loro funzioni forniscono una piattaforma ideale per coprire bisogni umani come il contatto, l’appartenenza e l’affermazione.

Imparare a distinguersi

I giovani adulti si confrontano con il mondo e cercano di trovare il loro posto. Per esempio, i giovani «seguono» su Instagram persone i cui post e profili li attraggono. Forse commentano o ripostano altri contributi in modo visibile sul proprio profilo. Questo è il modo di mostrare le loro attitudini o quali interessi perseguono. Questi post servono a prendere posizione e a mostrare ciò che è importante per sé stessi. Sulle piattaforme dei social media si entra in contatto con innumerevoli stili di vita. I paragoni con altri stili di vita portano a mettere in discussione la propria personalità o anche i valori e gli atteggiamenti. A seconda dei casi può essere utile oppure causare insicurezze. 

Appartenenza

I giovani vogliono sentirsi integrati. Probabilmente gli adulti scuotono la testa senza riuscire a comprendere perché un bambino o una bambina si dedichi a una sfida di TikTok. È possibile che quello che fa in quel momento è qualcosa di più che registrare solo un video di 15 secondi mentre balla nel quartiere. Da un lato si trova dove sono i suoi amici: sui social media. Vede quello che vedono gli amici ed è parte di quel gruppo. Dall’altro, il bambino o la bambina probabilmente sa che i genitori fanno poco o nessun uso di TikTok o Instagram. Di conseguenza, consapevole o meno, l’uso dei media è anche un mezzo per separarsi dal mondo degli adulti. 

Opportunità e rischi 

In termini di sviluppo dei bambini e dei giovani, le opportunità e i rischi dei social media vanno di pari passo. Alcune funzioni legano e permettono di mantenere i contatti anche a distanza. Altre favoriscono un feedback rapido sulla propria personalità tramite i post. Allo stesso tempo, grandi quantità di informazioni non filtrate e contenuti inappropriati come sessualizzazione (maggiori informazioni sul tema nell’articolo Educazione sessuale e media digitali), violenza o radicalizzazione, possono turbare o sopraffare. 

L’altra faccia della medaglia

Anche se è entusiasmante condividere la propria vita a livello digitale con altre persone, spesso non è chiaro chi si nasconde dietro un profilo. Per lo più viene mostrata un’immagine unilaterale e positiva di sé e vengono presentati solo i lati positivi della vita. Tale messa in scena tende a trasmettere una falsa immagine della realtà e alimenta il dubbio di sé nello spettatore o nella spettatrice. Scoprite di più nel nostro articolo Come promuovere nei vostri figli un'immagine del corpo. I paragoni con gli altri fanno sembrare la propria vita noiosa. 

Prendere distanza

Il proprio comportamento d’uso può portare a visualizzare in modo ricorrente contributi simili. Inoltre, non è facile distinguere tra opinioni e fatti. Ecco perché è importante che i giovani imparino a prendere la distanza necessaria e ad approfittare delle opportunità di scoprire altre cose oltre ai social media.

Consigli per i genitori

  • Come genitori aiutate i giovani a sviluppare un senso stabile di autostima. Questo richiede uno scambio analogico da persona a persona e non solo un feedback digitale.
  • Non sminuite i social media. Cercate di parlare insieme a vostro figlio o a vostra figlia di ciò che vede e sente online e fatevi spiegare le cose.
  • Parlate con vostro figlio o vostra figlia dell’immagine di sé su internet. Per esempio, chiedete chi segue su Instagram, TikTok o Snapchat e fatevi mostrare i loro profili.
  • Ripensate alla vostra gioventù e riflettete su cosa era importante per voi allora e cosa ha influenzato il vostro sviluppo. Potreste aver fatto le stesse cose, solo in una forma diversa. Per esempio: avete collezionato foto di amici, parlato insieme della musica preferita, idolatrato una star del cinema, lanciato un messaggio con il vostro modo di vestire o cercato di distinguervi dai vostri genitori. Se avete ancora delle foto di quel periodo, perché non guardarle insieme? Ciò può fornire una base per parlare delle cose che sono importanti oggi per vostro figlio o vostra figlia.