Sviluppo & salute

La pausa per la merenda è importante per i bambini della scuola dell’infanzia e della prima elementare

Giocare e imparare richiede energia e fa venire fame. Con la merenda i bambini riprendono forza e colmano il periodo di tempo tra la colazione e il pranzo. Non è quindi importante solo la pausa, ma anche ciò che si mangia mentre la si fa.
Immagine
I bambini mangiano la loro merenda conservata nella scatola degli snack.

I bambini sono costantemente attivi. Poiché giocare e imparare richiede energia e fa venire fame, le pause sono importanti. Ma fare merenda non significa solo soddisfare la fame, è anche un’occasione per chiacchierare o per condividere e assaggiare gli spuntini degli altri. A questa età, la voglia di muoversi è molto grande e la pausa è una specie di sfogo. Si può saltare in giro senza pensieri, giocare insieme agli altri e avere il tempo di mangiare qualcosa. La pausa per la merenda è quindi un’importante interruzione della giornata alla scuola dell’infanzia e alla scuola elementare, affinché i bambini siano di nuovo ricettivi. 

Imparare ad organizzare le pause

A differenza della scuola dell’infanzia, alla scuola elementare non si mangia insieme. Ogni bambino può organizzare la propria pausa e decidere se vuole mangiare prima e giocare dopo o se è meglio l’ordine inverso. Ma i bambini piccoli in particolare si distraggono facilmente. Spesso si rendono conto che hanno fame ma che non hanno mangiato, solo quando la campana annuncia la fine della pausa. È invece importante che i bambini riprendano le lezioni con nuove forze. Inoltre è bene evitare un calo di energia perché non si è consumata la merenda. Forse i genitori devono prima spiegare al bambino che può giocare spensierato fino alla fine della pausa se prima mangia la sua merenda. 

Poiché giocare e imparare richiedono energia e fanno venire fame, le pause sono importanti.

Fate attenzione agli spuntini sani

La base per una merenda sana è una bevanda non zuccherata (acqua, tè senza zucchero alla frutta o alle erbe) e frutta o verdura. A seconda della stagione, sono adatte, mele, pere, nettarine, albicocche, pomodorini, carote, fette di cetriolo, strisce di peperoni o pezzi di cavolo rapa. Molti bambini preferiscono frutta e verdura tagliata a pezzetti. Se c’è abbastanza tempo, il bambino può anche tagliarsi i pezzi di frutta o verdura per la merenda da solo o prendere ogni tanto un frutto intero. 

A seconda della fame del bambino, potete integrare la merenda: con un prodotto a base di cereali come pane, pane croccante e cracker integrali; un prodotto lattiero-caseario come formaggio e latte o noci non salate come nocciole, mandorle. Diverse combinazioni rendono la merenda più variata.

I cibi ad alto contenuto di zucchero sono tabù

Non adatti e solitamente non ammessi, sono gli alimenti ricchi di zucchero come dolci e bevande, yogurt alla frutta e le bevande a base di latte, zuccherate. Lo zucchero fornisce solo energia a breve termine e non mantiene a lungo il senso di sazietà. Può inoltre danneggiare i denti, specialmente se non vengono lavati dopo la merenda. Ma nessuna regola è senza eccezione: il giorno del loro compleanno, i bambini in alcune scuole sono autorizzati a scegliere se vogliono portare a scuola una torta o qualche altra merenda speciale per loro stessi e i loro amici. 

Spuntini gustosi e variati

Portare con sé ogni tanto un frutto o una verdura diversa non solo rende lo spuntino più attraente dal punto di vista del gusto, ma è anche benefico dal punto di vista della salute. Perché ogni frutto e verdura fornisce diverse e preziose vitamine e minerali.

Tutto rimane fresco in un apposito contenitore.

Le scatole degli snack sono ideali per il trasporto sicuro della merenda e per tenere in ordine quaderni e libri nella borsa. La merenda rimane fresca, non viene schiacciata e il materiale per impacchettarla può essere risparmiato. I genitori dovrebbero assicurarsi che la merenda non sia solo gustosa, ma anche non complicata da spacchettare per il bambino. 

Consigli per i genitori

  • La pausa per la merenda è un momento importante. Per fare il pieno di energia e per colmare il tempo fino al pranzo, il bambino ha bisogno di mangiare qualcosa.
  • Ricordate che la cultura della pausa è diversa a seconda del livello scolastico: alla scuola dell’infanzia i bambini mangiano insieme, mentre alla scuola elementare possono organizzare da soli la loro pausa. Poiché la voglia di giocare e muoversi è grande, alcuni bambini dimenticano di mangiare. Rendete il vostro bambino consapevole del fatto che deve mangiare la sua merenda.
  • Assicuratevi che gli spuntini siano sani e variati. Coinvolgete il vostro bambino quando preparate la merenda.
Immagine
Pro Juventute Elternbriefe im Abonnement für das erste Lebensjahr

Questo testo contiene estratti dalla Lettera ai genitori 28 «La scuola dell’infanzia» e dalla Lettera ai genitori 35 «Inizia la scuola».

Inserite il vostro codice postale e selezionate il vostro luogo di domicilio dall’elenco.