Scuola & istruzione

Motivazione nel processo di scelta della professione

Scegliere una professione adatta e trovare un apprendistato richiede perseveranza e motivazione. Questo processo è diventato ancora più impegnativo con l’arrivo della pandemia. In questa situazione difficile, i genitori possono accompagnare e sostenere i giovani.
Immagine
Familie unterstützt Jugendlichen während online Recherche.

L’ottimismo e un atteggiamento positivo aumentano la resistenza sulla strada verso un contratto di apprendistato.

Normalmente, gli allievi della scuola media svolgono vari stage professionali e sperimentano così da vicino la vita lavorativa. Tuttavia, con l’arrivo della pandemia, è stato praticamente impossibile nella maggior parte delle aziende svolgere uno stage e riuscire a farsi un'idea della quotidianità del lavoro direttamente sul posto. In queste circostanze, è più difficile che mai scegliere un apprendistato e compiere così il primo passo nel mondo professionale. 

Tempi impegnativi a causa della pandemia

Questo si riflette anche in un sondaggio tra i giovani condotto da Pro Juventute nei Cantoni Turgovia, San Gallo e Appenzello interno ed esterno. Per scoprire come si comportano gli studenti durante la fase di scelta della professione, Pro Juventute ha intervistato alunni di diversi livelli scolastici durante l’anno della scelta della professione. Questo è ciò che è emerso: scegliere un apprendistato e prendere una decisione per il futuro non suscita al momento molto entusiasmo. Ciononostante, i giovani sono anche ottimisti. 

Mostrare perseveranza

L’idea che alla fine del periodo scolastico si aprano nuove porte rimane qualcosa di stimolante. Raggiungere finalmente una certa indipendenza, guadagnare del denaro proprio, imparare cose nuove e avere presto un nuovo ambiente intorno a sé, motiva i giovani. Anche se gli studenti sono consapevoli che dopo la scuola inizia la cosiddetta «parte seria della vita», non ne sono intimiditi. Anzi, si sentono stimolati a mostrare di che pasta si è fatti: «Voglio dimostrare a me stesso che posso riuscire a trovare un apprendistato.» Oppure: «Guadagnare del denaro mio e la prospettiva del futuro mi spronano.» Come questi due adolescenti, molti giovani affrontano il processo di scelta della propria professione con ottimismo. Che la perseveranza paga è una consapevolezza che influenza l’atteggiamento dei giovani.

Ottenere informazioni

Per ottenere le conoscenze necessarie, i giovani dovrebbero informarsi attraverso vari canali - e questo non solo in tempi di coronavirus. È sempre importante conoscere i diversi ambiti professionali, per saperne di più sulle singole occupazioni e per scambiare informazioni con diversi professionisti. È vero che gli stage non sono sempre possibili e che le fiere professionali o gli eventi informativi si svolgono solo online. Tuttavia, i giovani intervistati si aiutano contattando conoscenti, cercando su internet o guardando video sull’apprendistato che potrebbe interessarli. 

L’indagine di Pro Juventute ha mostrato che gli insegnanti, gli orientatori professionali, i coach e la propria famiglia possono fornire un valido supporto in diversi modi.

Trovare la direzione

È anche utile che i giovani pensino a cosa piace loro fare durante il tempo libero. Un talento per le attività manuali, un interesse per le piante, il piacere per la cucina, nel curare i bambini o nell'organizzare attività per gli scout - tutto questo può indicare una possibile direzione verso un settore lavorativo. Gli interessi dei giovani sono la più grande risorsa nel processo di scelta della professione. Nelle discussioni con i genitori e negli scambi con l'orientatrice/l'orientatore professionale o l’insegnante, i giovani possono confrontarsi con i loro punti di forza e le loro debolezze. Queste conversazioni hanno un effetto stimolante e sono anche un’opportunità per aprirsi a campi professionali nuovi e sconosciuti. I modelli di ruolo dall’ambiente personale possono ispirare e aiutare a ridurre le inibizioni e le idee sbagliate. Forse la madrina è un ingegnere entusiasta del suo lavoro o il vicino è un infermiere appassionato?

Il supporto è importante

L’indagine di Pro Juventute ha mostrato che gli insegnanti, gli orientatori professionali, i coach e la propria famiglia possono fornire un valido supporto in diversi modi. Durante il colloquio, l'orientatore confronta gli interessi e le capacità del giovane con i requisiti necessari per un apprendistato. I genitori possono naturalmente anche contribuire : correggendo il dossier, aiutando a scrivere un’e-mail o facendo esercitare i figli in conversazioni telefoniche e sostenendoli durante questa fase. Alcune scuole prenotano anche le prove di colloquio per le loro classi per esercitarsi durante la simulazione di un colloquio di lavoro. In questo modo gli allievi fanno pratica per il colloquio di lavoro come in un gioco di ruolo e ricevono un feedback diretto dai formatori. 

Più i giovani si sentono sicuri del loro percorso e del loro ambiente familiare e scolastico, maggiore è il loro impegno nel raggiungere l’obiettivo.

Restare positivi

L’ottimismo e un atteggiamento positivo aumentano la resistenza sulla strada verso un contratto di apprendistato. Anche un feedback costruttivo fa progredire i giovani. Un atteggiamento ottimista e sicuro di sé aiuta i giovani a padroneggiare il processo di orientamento e di scelta della professione e a non farsi scoraggiare da eventuali rifiuti. Più i giovani si sentono sicuri del loro percorso e del loro ambiente familiare e scolastico, maggiore è il loro impegno nel raggiungere l’obiettivo.

Consigli per i genitori

  • Aiutate vostra figlia o vostro figlio a raccogliere informazioni e a fare ricerche in internet su siti come Orientamento professionale, Yousty, YouTube o 147.
  • Incoraggiate i vostri figli a confrontarsi con diverse professioni, a visitare le fiere professionali e gli stage di prova e a parlare con gli orientatori. 
  • Scoprite insieme quali sono i requisiti per gli apprendistati desiderati e se questi corrispondono agli interessi e ai punti di forza del/la giovane, per esempio su Orientamento professionale.
  • Guidate i vostri figli nella ricerca di posti liberi per l’apprendistato.
  • Correggete i documenti di candidatura e leggete attentamente le e-mail di richiesta all’azienda. 
  • Forse è utile anche esercitarsi insieme in una richiesta telefonica per far sentire vostra figlia o vostro figlio più sicuro di sé. 
  • Aiutare il/la giovane a diventare organizzato/a e strutturato/a. Per esempio, chiedendo o ricordando le scadenze. Una scelta professionale deve bastare «solo» per la durata dell’apprendistato, saranno molte poi le opportunità di formazione che si presenteranno dopo questo periodo. 
  • Date un feedback costruttivo e lodate anche i piccoli successi. È così che si aumenta la fiducia in sé stessa/o di vostra figlia o di vostro figlio.

Aiutate i giovani ad entrare nel mondo del lavoro con una donazione

Le nostre prove di colloquio gratuite offrono ai giovani un importante sostegno per facilitare loro il passaggio dal mondo scolastico a quello professionale.

Con una donazione potete aiutarci a sostenere i giovani in questa fase delicata. Bastano già CHF 170 per poter offrire ad un allievo una prova di colloquio gratuita. 

Donare
Donare